Procedura DPO

Lo scopo di questa procedura è stabilire se vi è l'obbligo di nomina del Data Protection Officer (DPO) ai sensi del GDPR (art. 37).

La testata della scheda contiene i campi:

  • Redattore: viene proposto il nome dell'utente che ha effettuato l'accesso al programma. È possibile selezionare un nominativo diverso tra quelli proposti da un menù a comparsa, che propone i nomi inseriti in anagrafica, ma su richiesta del cliente è possibile inibire questa possibilità. 
  • Data redazione del documento: Il campo è compilato in automatico dal sistema. 
  • Data prossimo controllo: Il campo è compilato in automatico dal sistema che propone una data di 180 giorni successiva alla data di redazione del documento, la data proposta è comunque modificabile manualmente dall'operatore. 

Nella scheda si chiede quali delle quattro condizioni sottoposte ad esame si verificano, é possibile selezionare Si - No - N/A. Il sistema Indica se vi è obbligo oppure no, se si seleziona N/A il campo si colora di rosso per ricordare che su quel punto è necessario ritornare, fatte le dovute verifiche, per rispondere Si oppure No. Le scelte sono supportate dalle descrizioni evocabili cliccando sulle targhette verdi corrispondenti ad ogni passo della procedura.